Avarques | 7° Punto. Il Piccolo Glossario dei Termini della Moda | WH, Cate?














Minorca, una delle isole delle Baleari, arcipelago al largo della Spagna, è famosa oltre che per il suo mare turchese e le piccole cittadine battute dal vento anche per le avarques.



La nascita delle avarques risale agli anni ‘50, in piena guerra civile spagnola, quando un contadino ebbe l’idea di auto-produrre per sé e la sua famiglia, dei sandali che fossero duraturi ma allo stesso tempo pratici, leggeri e adatti al clima aspro dell’isola.
La sua idea consistette nell'utilizzare un pneumatico da strada, riciclato, come suola e pelle per la tomaia.

Ben presto, nel decennio successivo, grazie ai numerosi turisti che iniziarono a visitare l’isola e che non mancarono mai di acquistare un paio di avarques  per sé e un altro paio da mettere in valigia e regalare, poi, ad amici, una volta giunti a casa, questi sandali, rapidamente, divennero famosi e conosciuti nel mondo.

Oggi, comunque, le avarques hanno la suola che solamente richiama lo stampo del pneumatico da strada, poiché vengono prodotte in un materiale a base di gomma, ugualmente resistente ma molto più leggero di quello originale.

Il loro nome, avarca, (al plurale avarques e non avarcas, seppur quest’ultimo termine sia il più utilizzato) si ritiene derivi dal latino abarca, copertura.

Inoltre, grazie ai turisti francesi che iniziarono a chiamarle semplicemente minorquines, dal nome dell’isola, sono conosciute in tutto il mondo anche con questo appellativo.


















E voi avete un paio di avarques nel vostro armadio?

xoxo
M.Agatha

Altri post di cui potrebbe interessarti la lettura:







Nessun commento:

Posta un commento