Le 3 Tipologie di Proporzione Corporea Verticale - #2 Le Caratteristiche Fisiche | 1° Punto: La Teoria delle Forme del Corpo Migrate | WH, Cate?



Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.



Mii,

Miei carissimi quattro lettori,

Procediamo nella conoscenza di un ulteriore motivo pre-esistente o involontario che è causa di migrazione della propria forma del corpo da quella originaria verso un’altra: La proporzione corporea verticale.


Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.



Per Proporzione Corporea Verticale (come si può leggere in modo più approfondito in questa serie ad essa dedicata) si intende il rapporto tra la parte superiore del corpo – il tronco - e la parte inferiore – le gambe.

Questo rapporto è il cuore della classificazione antropometrica, cioè l’insieme di quelle teorie che classificano le varie forme del corpo in base a delle misurazioni. Per quanto riguarda la proporzione corporea l’antropometria ha suddiviso la figura umana in 3 grandi categorie:

Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.


1) La tipologia longitipa
La parte inferiore del corpo – le gambe – è proporzionalmente più lunga della sua parte superiore – il tronco.

Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.


Si caratterizzata per avere:
~ gli arti proporzionalmente più lunghi del tronco.
~ il volume del torace maggiore di quello dell’addome
~ il naturale punto vita è posto proporzionalmente più in alto rispetto la tipologia normotipa
~ il sedere protende verso l’alto


2) La tipologia normotipa
La parte superiore del corpo – il tronco – è proporzionata alla sua parte inferiore – le gambe - e si caratterizza per avere una generale armonia fisica.


Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.



3) La tipologia brevitipa
La parte inferiore del corpo – le gambe – è proporzionalmente più breve della sua parte superiore – il tronco.

Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.


Si caratterizzata per avere:
~ gli arti proporzionalmente più brevi del tronco.
~ il volume del torace minore di quello dell’addome
~ il naturale punto vita è posto proporzionalmente più in basso rispetto la tipologia normotipa
~ il sedere protende verso il basso


Le tre "REGOLE AUREE" da tenere a mente:

Ia REGOLA AUREA
La proporzione tra le due parti del corpo –superiore e inferiore – non dipende nè dall’altezza della persona tantomeno dal suo peso.

IIa REGOLA AUREA
È proporzionalmente più breve la parte del corpo dove per prima tendiamo ad accumulare peso.

IIIa REGOLA AUREA
Se ad essere più lunga è la proporzione inferiore – le gambe – generalmente si tenderà a sembrare un po’ più slanciate e alte di quanto non si sia in realtà.

Questo fenomeno ottico è proprio delle appartenenti alla tipologia di Donna a Fragola, a Mela e a Banana che tra le proprie caratteristiche possono vantare delle gambe naturalmente più slanciate di quelle delle altre forme.

Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.



Al contrario, se ad essere più lunga è la parte superiore del corpo - il tronco - si tenderà a sembrare un po’ più tarchiate e basse di quanto non si sia, se comparate alla reale altezza, poiché le gambe saranno proporzionalmente più corte e di conseguenza il punto vita più basso creando questa apparente mancanza di centimetri. La Donna a Pera, per esempio, è un’esponente di questa categoria. Donna con la parte del corpo inferiore proporzionalmente più corta, fianchi larghi e gambe naturalmente meno lunghe e slanciate delle sue sorelle. È, infatti, proprio su questa parte bassa del suo corpo che la forma a pera tende a depositare, per prima, gli accumuli di grasso.


Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.


Mentre la Donna a Clessidra è un esempio di figura femminile maggiormente bilanciata.


Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | Cosa sapere per comprendere meglio la tua forma del corpo.


Proviamo, ora, ad applicare questi principi appena appresi alla Teoria delle Forme del Corpo Migrate.

Se una Donna a Pera, notoriamente con la zona dei fianchi, sedere e cosce più rotonda delle altre forme avesse la sua parte inferiore del corpo proporzionalmente più lunga di quella superiore – come ad esempio Paula


sembrerebbe certamente più slanciata e con dei fianchi meno rotondi di sua sorella Portia che, al contrario, ha la parte del corpo inferiore proporzionalmente più breve di quella superiore.




Dalla forma a pera, Paula, sarà pertanto migrata un po’ verso un’altra delle 5 forme, la forma a banana che si caratterizza per le gambe slanciate e per le spalle larghe quanto i fianchi.




Mentre nel secondo caso – quello di Portia – si avrebbe, a parità di altezza, una fisionomia a pera ancora più accentuata, risultando molto più difficile per questa forma snellire fianchi, sedere e cosce.

Altro esempio. Se, una donna a pera con le gambe lunghe, avesse praticato nel suo passato un’attività sportiva, la pallanuoto o la pallavolo, avrebbe certamente sviluppato le spalle rendendole più larghe di quelle che la sua forma a pera originaria le ha dato finendo, così, per assomigliare un po’ di più alla Donna a Fragola. Sarebbe migrata, quindi, dalla forma originaria a pera verso quella a fragola, come Paloma.



La stessa cosa varrebbe per Caroline, Donna a Clessidra, con la parte inferiore – le gambe – più lunghe e slanciate




rispetto Cristina, che a parità di altezza ha la parte inferiore del corpo più corta, parte dove maggiormente tende ad accumulare peso.




Pertanto, mentre Cristina sarebbe migrata verso la forma a pera che si caratterizza per avere le gambe corte,




Caroline, al contrario, sarebbe migrata verso la forma a mela poichè, continuerebbe a avere il busto pieno della donna a clessidra ma avrebbe acquistato anche un punto vita alto e gambe slanciate, tutti elementi tipici della forma a mela.




E Floriane? È la Donna a Fragola con la parte del inferiore del corpo proporzionalmente più corta, pertanto, con i fianchi leggermente più rotondi rispetto la forma standard e le cosce più piene.




Migrata verso un’altra forma, quella a clessidra poichè, in questo caso, le due parti del corpo risulterebbero entrambe un po’ più piene.







Stessa cosa per Bia,




la Donna a Banana con la parte del corpo inferiore un po’ più corta rispetto alla forma standard, Beatrice, e per questo motivo anche più tornita.




In realtà, come ho già detto precedentemente, a seguito della migrazione da una forma verso un’altra nessuna delle tipologie corporee elencate perde davvero la propria fisionomia poiché restano comunque inalterati quelli che sono i criteri in base ai quali si appartiene ad una forma e non ad un’altra. La migrazione indica solo uno spostamento della nostra morfologia principale verso delle caratteristiche che sono proprie di un’altra forma ma in nessun caso si è contemporaneamente più forme del corpo, poichè gli elementi che caratterizzano tale appartenenza rimangono comunque invariati.

Di tali elementi e come riconoscerli parlerò nell’ultimo post dedicato a questa serie.

xoxo
M.Agatha

Altri post di cui potrebbe interessarti la lettura:


Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | What’s Happening, Cate?






Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | What’s Happening, Cate?






Le Tre Tipologie di Costituzione Ossea - Come Influiscono sulla tua Forma del Corpo
Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | What’s Happening, Cate?


Le Tre Tipologie di Proporzione Corporea Verticale | What’s Happening, Cate?

Nessun commento:

Posta un commento