#1 LO STILE CLASSICO | 3° Punto: Lo Stile Personale | WH, Cate?






Miei carissimi quattro follower,
A voi è mai capitato che una sorella o un’amica vi dicesse, prendendovi da parte come se volesse farmi partecipe di chissà quale rivelazione, che il vostro modo di vestire era troppo…uhm uhm, a questo punto della frase, di solito, mancavano sempre le parole giuste per dire le cose con tatto…era troppo maturo per la vostra età? Altre amiche, con molto meno tatto, addirittura, vi dicessero che vestivate troppo da vecchia?

A Cate questo è accaduto diverse volte, mi ha raccontato a l’ultima occasione in cui l’ho incontrata a Firenze, lo scorso Dicembre. E tutte le volte lei, mi diceva, ha sempre sorriso pensando che questa presa di coscienza della sua amica, non sua, lei ne ero già pienamente consapevole, altro non fosse che l’ulteriore conferma al suo stile…non da donna matura, non da vecchia ma classico.
Lei, sin da piccola, continuava a dire, sorseggiandosi la sua una tazza di cioccolata fumante, ha sempre amato un abbigliamento un po’ timeless, elegante fatto di pochi capi ma di ottima fattura e sempre in tessuti naturali, cotone, lino, seta, bandendo come la peste i materiali sintetici, eccezion fatta per la microfibra.




Ed i capi del suo armadio hanno sempre avuto vita lunghissima, sia perché la qualità di questi fa sì che non si usurino facilmente come altri  sia perché non rientrando nelle tendenze fashion del momento possono essere indossati anche negli anni, non passando mai di moda. Ma tutti le sottolineano come il suo stile nel vestire sia monotono e un po’ troppo da ragazza per bene.
È stato a seguito di questa conversazione con Cate che ho deciso di scrivere dei post che meglio facessero comprendere in cosa consistono i diversi stili nella moda a cominciare proprio da quello preferito della mia amica, il classico.
Quali sono gli elementi fondamentali di uno stile da conservare per continuare ad esserne un “esponente” e quali si possono, invece, cambiare, rendendoli, così, più attuali?
Andiamo a conoscere il primo degli stili, lo stile classico!

Gli aspetti da prediligere per avere uno stile classico
Lo stile classico si rivolge essenzialmente ad un pubblico che ama vestire in modo sobrio ma elegante.  Nell’armadio della donna classica non trovano spazio capi stravaganti frutto dell’ultima tendenza vista sulla passerelle. Piuttosto lei è fedele ad abiti evergreen destinati a durare nel tempo, caratterizzati, questi, da modelli che si adattano bene al proprio corpo grazie, anche, all’uso di tessuti di ottimo pregio. Non esita ad investire nella qualità, anche se costosa, per acquistare capi intramontabili che, si sa, verranno indossati a lungo negli anni futuri. Né si fa troppe remore nello spendere qualche soldo per apportare le modifiche necessarie affinché un abito comprato tempo addietro ritorni a poter essere, nuovamente, indossato.

I tessuti per uno stile classico
Vengono preferiti i tessuti naturali quali seta, lino, cotone, lana, cashmere.









I colori per uno stile classico
La palette di colori amata dalla donna che vuol vestire in modo classico sarà costituita da colori neutri quali i beige, tutta la gamma di sfumature dei grigi, partendo dal bianco e arrivando, ovviamente, al nero. Anche il blue navy è ben accetto così come i  verdi, saturi e non acidi. 

 






 

Dalle più giovani saranno certamente molto amati i colori pastello. Celeste, rosa, glicine, indaco.






 


La donna classica dice no con fermezza alle stampe animalier e a quelle floreali  molto grandi. 



Predilige, invece, le stampe piccole, i pois, le righe, sia verticali che le orizzontali, molto amate quelle bianche e blu, tipica richiamo allo stile marinaro.

Sfoggia con piacere il tartan scozzese, in inverno, mentre per l’estate opta volentieri per i quadretti vichy.






Mostra al mondo il tuo stile classico: gli elementi essenziali nel tuo armadio
La donna che ama lo stile classico privilegia indossare camicie bianche o in tinte pastello, di cotone, lino o seta, twin-set, maglioncini con scollo a V o a girocollo, in cachemire o, comunque, pure lana.

Ama le giacche declinate in ogni sua forma, dalla più sportiva, il blazer al modello chic per antonomasia la giacca Chanel o la giacca “a la chanel”.

Le gonne e gli abiti non saranno mai esageratamente corti. La lunghezza preferita è al ginocchio o poco più su.
Un must have della donna classica è il celeberrimo “Petite Robe Noir” ovverosia il tubino nero disegnato da Coco nel 1926 ma entrato nelle “wish list” di qualsiasi donna grazie ad Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany, nel 1956, che ne sfoggia uno, a dir poco  meraviglioso, disegnato per lei da Givenchy.



Non vedremo mai una donna con uno stile classico, anche se di giovane età, indossare pantaloni a vita bassa che lascino intravedere la biancheria intima sottostante o peggio pantaloni dal cavallo talmente basso da sfiorare le ginocchia. Piuttosto saranno di lunghezza regolare, sfioreranno il collo della scarpa o del piede, e le segneranno perfettamente la linea poiché il tessuto difficilmente acrilico non le aderirà alle gambe come una seconda pelle.

Ben vengano i jeans, naturalmente nella versione blu scura. No ai jeans colorati, strappati o frutto di lavaggi troppo estroversi.

Il soprabito sarà, possibilmente, sartoriale. Linee pulite e colori neutri. Sia questo un cappotto o un trench. Amatissimo il famoso trench “Burberry”, sia nella versione originale che nei richiami di questo da parte di altre case di moda.


Ma lo stile della donna classica viene più facilmente in evidenza guardando alla scelta, di questa, degli accessori, sempre minimal.
Amerà indossare guanti in pelle, cappelli ed ampi occhiali da sole. Annodato al collo, alla borsa o sotto il mento anche il foulard è un accessorio alquanto gettonato.



L’orologio sarà in metallo oppure con il cinturino in pelle, mai in plastica.



Le Scarpe, sempre di ottima fattura, saranno preferite in pelle, tela o cuoio. No alla gomma,  a meno che non sia caucciù e solo per i modelli più sportivi e no alle borse e scarpe in simil pelle. I modelli preferiti restano, sempre, gli intramontabili mocassini, le décolletés, le amatissime ballerine, gli stivali alti alle ginocchia, modello cavallerizza, ed ancora i sandali e le infradito piatte, per l’estate.


I modelli preferiti per le borse, invece, sempre scelte in materiali naturali quali pelle, cuoio, tela e paglia per l’estate, sono senza dubbio quelli da portare a braccio o a tracolla, non troppo grandi e preferibilmente in colori non sgargianti o in tinte fluo.



La donna classica per i suoi gioielli, sia che si tratti di orecchini in oro o bracciali d’argento oppure fili di perle, applicherà sempre la regola universalmente nota del less is more.




Le icone dello stile classico:
                                                         di un tempo…
Coco Chanel, Jackie Kennedy, Audrey Hepburn, Grace Kelly


                                                         
                                                                      …e di oggi










Come migliorare il tuo stile se è classico ma…un po’ noioso
Gli esponenti dello stile classico pur avendo sempre un aspetto elegante e mai stonato con l’occasione in cui si trovano rischiano, talvolta, di avere un look démodé e di apparire piatte nelle loro linee così semplici e pulite. Mancano spesso di brio.

Come rendere, allora, questo stile più aggiornato?
Semplicemente apportando delle piccole novità al proprio guardaroba che permetterà di evolversi verso tendenze un po’ più attuali senza perdere allure classica e raffinata. Provate ad introdurre nelle vostre scelte qualche stampa più decisa, un colore a voi amico più acceso oppure tonalità diverse dai neutri che usate abitualmente.  



Altro suggerimento potrebbe essere quello di mettere da parte, ad ogni nuova stagione, il principio dell’investimento di qualità per uno o al massimo due capi o accessori e sceglierli più modaioli ma dai prezzi contenuti.



O ancora, provare ad aggiungere alcuni tocchi di stile per voi insoliti.  Ad esempio una grande spilla appuntata sul cappello vi darà subito un’aria drammatica. Oppure il top a righe bianche e blu marinaro con un paio di pantaloncini dal taglio classico in lino e si sarà subito una perfetta esponente dello stile naturale.



Ancora, combinare pezzi dichiaratamente classici con altri più trendy. La giacca Chanel abbinata invece che al consueto filo di perle ad una collana d’argento o di pietre dure dall’aspetto più aggressivo. Ma se le amate da non potervi rinunciare, allora indossatele pure ma in modo meno bon ton, sovrapponendo fili e fili di diverse lunghezze...



...o di diversa grandezza.



Infine, come ultimo suggerimento, i pantaloni a sigaretta in un colore neutro oppure una gonna in tweed di lana o semplicemente dei jeans ma con delle pumps dal colore acceso, bordeaux, rosso lacca,  sfacciatamente sexy.



Dove fare acquisti per avere uno stile classico
La donna dallo stile classico tenderà ad acquistare presso brand più costosi della altrui media poiché la qualità è un aspetto sul quale difficilmente riuscirà a soprassedere. In ogni caso, oggi, anche grazie alle vendite on-line e agli outlet si potrà facilmente reperire marchi che riescono a soddisfare ambedue gli aspetti, sia quello dell’economia  che della qualità.

Donna Karan, Carolina Herrera, Diane von Furstenberg, Hermès, Chanel, Armani, Valentino, Diffusione Tessile, Max Mara, Ann Taylor, Banana Republic, Zara, J.Crew , Massimo Dutti, Simona Barbieri. Solo per citarne alcuni.





Voi ne conoscete altri da suggerire?

Cosa raccontano le amiche di Cate?










Quali sono i tratti caratteristici dello stile classico che più vi piacciono?


xoxo
M.Agatha

Tutti gli originali delle immagini presenti in questo post sono state tratte dalla cartella di What’s Happening, Cate? su Pinterest: Ispirazioni per uno Stile Classico.

Nessun commento:

Posta un commento