CATE SCOPRE: Luoghi Semplici per Persone Speciali




Miei carissimi quattro follower,

Spesso quando vado all’estero oppure sono nella mia nazione ma in una città o in un paesino che non sia Firenze o la Calabria mi trovo a domandarmi “…E ora?” che vuol significare …e ora cosa visito?,e ora dove vado?,e ora cosa mangio?




Certo, anch’io come milioni di persone al mondo mi muovo con la guida turistica acquistata per l’occasione o, più raramente, prestatami da un amica.
E per piccoli viaggi, solitamente week end fuori porta, non infrequentemente mi affido  a siti on line di “soccorso all’ultimo minuto” per trovare alberghi  o ristoranti.

 Ma quante volte mi ritrovo, dopo aver pensato …e ora?, anche a sospirare, Ah, se conoscessi qualcuno in questa città! Un’amica magari, che mi facesse sentire un po’ meno turista ed un po’ più viaggiatrice.

Le guide turistiche, lo so bene, sono di immenso aiuto quando non sappiamo niente di un posto, così come trovo di grande ausilio, come ho detto poco fa, molti siti web o applications dove basta digitare il nome della città per veder saltar fuori dalla ricerca decine di indirizzi di ristoranti e alberghi  che ti suggeriscono cosa mangiare o quanto dover spendere per dormire.

Ma ciò non è la risposta più corretta al mio sospiro.
Perché? Perché come me decine di altre persone staranno utilizzando proprio quel giorno, proprio per quel luogo la stessa mia guida turistica o consultando proprio quei siti web ed il risultato sarà lo stesso per me come per loro, vai a mangiare il piatto x nel posto y. Se vado dove suggeritomi cosa trovo? Un locale, magari anche carino, perché no, solitamente in zona centralissima, affollatissimo proprio di quelle altre persone dirottate lì dalla mia stessa guida in attesa anche loro del piatto x preparato in tutta fretta e probabilmente da pagare profumatamente. Tutto ciò non è ovviamente la regola, lo so bene, ci sono moltissime variabili ma non si può negare che questo scenario accada spesso.

Questo post e questa mia riflessione sui viaggi nasce del tutto casualmente, ieri, dopo essermi messa nell’ordine di idea di voler fare un po’ di ordine nelle decine e decine di foto che Cate e AlessandroB mi hanno inviato e che continuano a fare, del loro ultimo soggiorno a Beirut.




Cate e AlessandroB vivono nella capitale del Libano ormai da mesi, sono sempre stranieri e come tali guardano a questa città ancora con gli occhi curiosi di chi capita in un luogo per a prima volta ma, ormai, abbastanza beirutini da conoscere e frequentare quelli che sono i locali, i ristoranti, i luoghi, insomma, preferiti dalla gente del posto.

Ecco i miei amici a Beirut!, ho pensato. Perché non approfittare di questa occasione?



CATE SCOPRE: Luoghi Semplici per Persone Speciali sarà la nuova rubrica di questo blog nella quale Cate ci suggerirà ogni volta un luogo, un piatto, un ristorante di Beirut o di altra città del Libano. Solitamente saranno luoghi semplici, magari non troppo pubblicizzati sulle guide turistiche ma sicuramente saranno quelli amati e  frequentati dai beirutini.











Detto ciò, la finalità non è assolutamente di fare di questa rubrica una nuova Lonely Planet o una sezione del Gambero Rosso oppure una concorrente di FourSquare e TripAdvisory. Assolutamente no, e poi non ho la loro forza mediatica. Vuol essere, invece, una rubrica di puro intrattenimento da leggere con un pizzico di curiosità nei confronti di come vivono persone lontane da noi, curiosità verso quelli che sono i loro piatti preferiti o i luoghi da loro amati per rilassarsi, frequentare gli amici, fare shopping.



E se poi, un domani, dovessimo capitare da quelle parti ci potremmo sempre ricordare di consultare questa rubrica, al volo, accanto alla nostra beneamata guida, per poterci sentire, anche noi, un po’ meno turisti e un po’ più viaggiatori.


xoxo


Nessun commento:

Posta un commento